Archivi tag: ultimoteatro

“In ginocchio” teatro civile ad Erbè, venerdi 21 agosto

Un uomo e una donna, entrambi figli della mafia, lei perfettamente integrata nel ruolo di donna del boss, lui un ex assassino che ha ben compreso i meccanismi di un sistema che non inizia e finisce in Sicilia, in questi anni difficili di guerra alla legalità, di crisi, di incertezza per le nuove e vecchie generazioni.

La compagnia Ultimo Teatro ci presenta lo spettacolo “In ginocchio”, cui assisteremo assieme ai ragazzi ospiti del campo della legalità in corso presso il bene confiscato ad Erbè, e che si terrà Venerdi 21 agosto alle ore 21 al Parco dei Due Tioni ad Erbè (VR) con ingresso gratuito.

con la collaborazione di Libera Verona, gruppo scout AGESCI Tartaro Tione 1, SPI Verona, ARCI Verona

I due attori-autori Luca Privitera e Elena Ferretti, uno siciliano l’altra toscana, dopo anni di ricerche e scontri diretti con il peggio che possa offrire la nostra società, hanno deciso di raccontare la mentalità mafiosa attraverso due criminali, uno rinchiuso al 41bis, l’altra al 416bis. In una sorta di dialogo-interrogatorio con un ipotetico giudice – che non entrerà mai in scena –, i due indagati prendono di mira il pubblico: affabulando, commuovendo, divertendo, mettendo in dubbio l’onestà e la completa estraneità ai fatti dei presenti. Certo, perché secondo i due ambigui personaggi, nessuno è innocente a questa che sembra essere una vera e propria ostentazione collettiva, a questa mancata Giustizia che non punisce i “veri” colpevoli, ma sembra accanirsi sugli indigenti, sugli indifesi, sugli ingenui di questa società fatta di sciacalli e pirati.

E le domande che sorgono nello spettacolo “In Ginocchio – storie di mafia” di Ultimo Teatro Produzioni Incivili, sono molte: Tutti possono essere comprati, ma quanti di noi desistono? Quanti di noi hanno il coraggio di denunciare? Quanti di noi riescono ad imporsi di fronte a questa vigliaccheria? E perché?

Ed è forse questo, che i due personaggi vogliono trasmettere al di fuori delle loro celle, è proprio questo che tentano di dimostrare di fronte a chi li giudica. Spogliandosi una volta per tutte delle proprie colpe e delle proprie ipocrisie, pagando finalmente uno scotto che vuole essere un monito, ma anche, una speranza di cambiamento verso il migliore dei mondi possibili.

https://ultimoteatro.wordpress.com/2014/10/21/in-ginocchio-storie-di-mafia/

Annunci